5 cattivi Disney che il pubblico ama

Il magico mondo Disney continua ad accompagnarci nel corso dell’intera vita. Supera le barriere dell’infanzia e resta stanziato nel nostro bagaglio per tutto il percorso che faremo.
E ognuno dei fan della casa di Topolino elabora e rielabora quanto visto nei film di animazione, affezionandosi a dei personaggi più che a degli altri, sfidando la logica e facendo prevalere la simpatia.

Tra questi non ci sono soltanto gli eroi preannunciati, le principesse eteree e i principi salvatori, ma figurano dei personaggi goffi, nati per essere cattivi, incuranti del buon senso e della rettitudine.

(Se rientrate nella categoria di coloro che li amano, sappiatelo: la colpa di film quali Crudelia e Maleficent is all yours!)

Scopriamo, perciò, 5 villain preferiti dal grande pubblico:

Ursula

La cattiva de La Sirenetta afferma di avere intenzioni nobili, però al contempo induce dei poveri innocenti a consegnarle le loro anime.
Ma la Evil Queen delle acque continua ad attrarre il pubblico, che non riesce a non amare il suo fascino complicato.

Ade

Lo stile comico e brillante del personaggio di Hercules offusca spesso la sua natura da cattivo.
Il dio greco è crudele, dispettoso e ostile, ma il pubblico finisce per non riuscire a odiarlo.

Malefica

La “Signora di tutti i mali” viene esclusa dalla lista degli invitati al battesimo della piccola Aurora. E decide così di vendicarsi con una maledizione che fa diventare la festeggiata La bella addormentata nel bosco.
La sua voglia di vendetta e la sua squad alquanto deludente la rendono simpatica agli occhi dei fan della Disney.

La matrigna cattiva

La matrigna cattiva si trova a vivere da sola con tre figlie, due biologiche e Cenerentola, frutto dell’amore tra il suo defunto marito e la sua precedente moglie, anch’essa venuta a mancare.
Cenerella ha stile, classe, bellezza ed eleganza. E i geni della matrigna non ne hanno al pari. E l’invidia covata porta la donna a trattare la candida fanciulla in modi davvero poco carini.

Scar

Scar de Il Re Leone… non è re!
Ed è la pecora nera della famiglia, nutrendo un odio per se stesso molto evidente. Per questo motivo, nonostante le palesi decisioni problematiche che prende, la gente non riesce a non nutrire simpatia per lui.

Continuate a seguirci su Facebook e Instagram per ogni dettaglio sul mondo di cinema e serie TV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.