Bridgerton 3: il motivo dietro il cambio di protagonisti e le news sulla stagione

È ormai ufficiale: la terza stagione di Bridgerton verterà su Penelope e Colin.

Si è scelto, quindi, di non seguire più l’ordine dei libri di Julia Quinn, i quali vedevano come terzo protagonista il buon Benedict.

La decisione ha sorpreso i fedeli della saga letteraria e ha incuriosito quelli della serie targata Netflix e Shonda Rhimes.

Molti si sono chiesti il motivo della scelta, soprattutto in virtù del fatto che, cronologicamente, in questo modo non si rispetterà più appieno la storia.

La nuova showrunner, che è subentrata proprio con la stagione sui Polin (Penelope e Colin), è perciò intervenuta per approfondire le motivazioni dietro questa decisione.
Jess Brownell ha infatti affermato che ritiene davvero che sia il momento di Colin e Penelope. La showrunner sostiene che abbiamo visto sui nostri schermi i due attori fin dalla prima stagione e abbiamo investito perciò già su di loro. Li conosciamo già come persone. Nella stagione due – ha aggiunto – ci sono stati momenti di tensione tra i personaggi in questione. Colin è vicino al punto di realizzare che Penelope nutre dei sentimenti per lui. E alla crew è parso il momento perfetto per la loro storia.

Cr. Liam Daniel/Netflix

Brownell aggiunge che la serie si è già differenziata abbastanza dai libri, non sarà il cambio di protagonisti a mutare le cose. Bridgerton, rispetto ai libri, è corale. Nei romanzi ci si focalizza su una sola coppia per volta e gli altri fratelli fanno soltanto qualche piccolo cameo. Nel romance di Netflix, invece, c’è sempre spazio per tutti. E nella terza stagione Benedict ne avrà molto, di spazio.

Anche Anthony e Kate avranno modo di mostrarsi al pubblico che li ama. E, al tempo stesso, rivedremo tanto anche Daphne. Lo scopo della crew è quello di mostrare questa famiglia molto unita, e di far desiderare di far parte di questo agglomerato di persone così affiatate.

La storia tra Penelope e Colin, afferma Brownell, preserverà il lato buffo e comico dei due. A questo, però, la crew cercherà di aggiungere romanticismo e sexiness.
Colin e Penelope, nella season 3, si tireranno fuori dall’ombra nella quale sono entrambi posti, trovando, allo stesso tempo, l’un l’altra.

Cr. Liam Daniel/Netflix ©

La showrunner ha risposto anche a una domanda che riguarda il corpo di Penelope. Come sappiamo, purtroppo, non si è ancora arrivati al punto di non commentare l’aspetto estetico delle persone, soprattutto delle donne. E Nicola Coughlan ha dovuto subire commenti sul suo peso.
In più, nei libri, c’è un ripetuto riferimento a questo aspetto di Pen.
Jess Brownell ha però affermato che il suo peso non è parte della storia.
La showrunner sostiene che il suo essere tappezzeria nella serie riguardi il suo livello di fiducia in se stessa più che il suo aspetto esteriore. E sarà questo ciò su cui si focalizzeranno.

Per quanto riguarda la carenza di rappresentazione LGBTQIA+, Brownell sostiene di essere totalmente presa dai Polin e dall’immagine che ha di loro e che vuole trasmettere per focalizzarsi su altro, ma che è un argomento sul quale può tornare in un secondo momento.

Per i futuri aggiornamenti, seguiteci anche su Instagram e Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.