Bridgerton: cosa aspettarsi dalla stagione 3

Il 16 maggio, alle ore 9:00, torna su Netflix un’attesissima serie originale della piattaforma, i cui ultimi episodi sono stati rilasciati ben due anni e due mesi fa.
Si tratta di Bridgerton, il period drama romance tratto dai libri di Julia Quinn.
L’autrice della saga ha prodotto ben otto libri sui fratelli Bridgerton, ognuno dei quali focalizzato su un membro diverso della famiglia, alla ricerca del vero amore e del perfetto matrimonio. E l’intenzione del comparto di Shonda Rhimes, a capo del progetto, è quella di produrre una stagione per ognuno dei figli di Violet ed Edmund.

Cr. Liam Daniel/Netflix © 2024

L’ordine stabilito dalla scrittrice dei best seller vede il terzo focus su Benedict Bridgerton, ma la stanza di scrittura ha deciso di stravolgere la sequenza per la terza stagione.
Tale scelta è dovuta principalmente alla figura di Lady Whistledown. Difatti, nei libri, il mistero attorno alla penna più temuta della corte resta tale per molto tempo, fin quando una persona vicina alla cara Penelope Featherington arriva a scoprire la verità. Nella riproduzione audiovisiva targata Netflix, invece, il pubblico viene subito a conoscenza dell’identità della Elena Ferrante della Regency Era e, a seguire, anche la sua migliore amica, la cara Eloise Bridgerton, scopre che la dolce Penelope l’ha tenuta all’oscuro di una grande realtà. E non solo, a differenza dei libri, Lady Whisteldown ha messo volutamente a rischio la reputazione della giovane Bridgerton, esponendo la sua conoscenza con Theo Sharpe (personaggio inventato dalla serie Netflix) alla mercè dell’intero regno.
Da ciò scaturisce una situazione di tensione tra le due, assolutamente inedita per i fan della famiglia cartacea.

Questi sono dunque i motivi preponderanti che hanno portato alla decisione di focalizzare la season 3 su un altro membro della famiglia Bridgerton, ovvero su Colin, nel suo rapporto con la sua migliore amica, Miss Featherington, lasciando la storia di Benedict a episodi futuri.
La storia tra i Polin (Penelope e Colin) si protrarrà per otto episodi.
L’episodio 1, “Fuori dall’ombra” (sceneggiatura di Jess Brownell, regia di Tricia Brock), assieme all’episodio 2, “Ma quanto brilla la luna” (sceneggiatura di Sarah L. Thompson, regia di Tricia Brock), al 3, “Forze della natura” (sceneggiatura di Eli Wilson Pelton, regia di Andrew Ahn) e al 4, “Vecchi amici” (sceneggiatura di Lauren Gamble, regia di Andrew Ahn), saranno disponibili su Netflix dal 16 maggio.
Mentre per gli episodi 5, “Tic toc” (sceneggiatura di Azia Squire, regia di Bille Woodruff), 6, “Un uomo da conquistare” (sceneggiatura di Annabelle Hood, regia di Bille Woodruff), 7, “Mano nella mano” (sceneggiatura di Geetika Lizardi, regia di Tom Verica) e 8, “Alla luce del sole” (sceneggiatura di Daniel Robinson, regia di Tom Verica) toccherà aspettare il 13 giugno.
La season 3, infatti, a differenza delle precedenti, non verrà rilasciata in un solo giorno, ma verrà divisa in due parti.

Cr. Liam Daniel/Netflix © 2024

Stavolta non saranno presenti tutti gli otto fratelli Bridgerton.
Sebbene ci sia ampio spazio per i visconti Anthony e Kate, una mancanza sarà di certo percepita. Il diamante della prima stagione, infatti, Daphne, non apparirà negli episodi e, a differenza del libro, quindi, non aiuterà Colin a barcamenarsi tra i suoi sentimenti. Il suo compito verrà perciò assunto da altri membri della famiglia.
Questa decisione è dovuta alla scelta di Regé-Jean Page, interprete del Duca di Hastings, di distaccarsi dalla serie. Decisione che ha portato perciò alla conseguenza di lasciare Daphne da sola, nella season 2, con il marito in viaggio e che ha portato perciò l’interprete Phoebe Dynevor a non figurare nella season 3.

In questi episodi arriveranno però nuovi personaggi.
Faremo la conoscenza di Lord Marcus Anderson, interpretato da Daniel Francis. Tale Lord è un uomo carismatico che rischiara ogni stanza con la sua presenza, attirando l’attenzione di alcune matriarche dell’alta società e l’ira di altre.
Conosceremo poi Harry Dankworth, interpretato da James Phoon. Ciò che a Dankworth manca in termini di arguzia e intelligenza è abbondantemente compensato dalla sua notevole avvenenza.
E scopriremo Lord Alfred Debling, interpretato da Sam Phillips. Un nobile brillante con interessi insoliti. Ma con la ricchezza e il titolo a fare da contrappeso alle sue stranezze, in questa stagione non mancherà di suscitare l’interesse delle giovani donne.

Non resta che aspettare il 16 maggio per la nuova stagione e ricordare che la serie è già rinnovata anche per la stagione 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *